DA FORNOVO ALLA CISA

l tracciato che conduce da Fornovo a Bardone lungo la Valle Sporzana fu in seguito sostituito dalla via di crinale rappresentata oggi dalla Strada Statale della Cisa. La pieve di Bardone presenta pezzi importantissimi di scultura in particolare due lastre con la "Deposizione" e il "Cristo Benedicente" che richiamano la cultura antelamica. Proseguendo per Terenzo, Casola, Cassio e Castellonchio borghi di impianto medioevale, si arriva infine a Berceto. Da si può raggiungere, con una breve deviazione la località di Corchia dove sono ben conservati, forse unico esempio, il nucleo medioevale e un ostello risalente al XII secolo. A Berceto, ultima tappa del nostro itinerario, il sinuoso percorso della Via Francigena è stato riportato all'antica forma grazie ad imponenti lavori di recupero, ed accompagna lungo le mura dell'ormai diroccato castello, fino a giungere al cospetto del suggestivo Duomo dedicato a San Moderanno. Da Berceto la via continuava per il Passo della Cisa dove sono stati rintracciati i resti di un antico ospizio dedicato a Santa Maria. Si scendeva poi a Pontremoli, Lucca, Siena e finalmente a Roma. "Tutte le strade portano a Roma", sostiene un antico detto popolare, ma la Via Francigena è senz'altro la più affascinante: è la strada che porta in sé lo spirito di ricerca di una unità nella diversità contribuendo a costruire l'identità culturale dell'Europa di oggi.


Foto 1: Pieve di Bardone
Foto 2: Portale del Duomo di Berceto


Per il Trekking
2a Tappa:
Fornovo - Berceto
Per il Trekking
3a Tappa:
Berceto - Passo della Cisa - Pontremoli
Lunghezza: km 32
Ore di cammino: 9
Tipo di percorso: s.s. della Cisa
, strade provinciali,
sterrate e sentieri di montagna.
Dislivelli: 900 m; 100 m
Segnaletica: cartelli turistici
della Via Francigena
lungo l'itinerario stradale
Nessuna segnalazione
nei tratti di sentiero.
Punti di appoggio: bar - trattoria a
Sivizzano e a Casola (sulla s.s. 62);
ristorante a albergo a Cassio
Posto tappa: Berceto (800 m;
Sce Moderanne; submansio
XXXIII di Sigerico)
alberghi e servizi turistici di ogni tipo
Per informazioni:
Pro Loco, tel. +39 521 64764
Lunghezza: km 27
Ore di cammino: 7
Tipo di percorso: strade sterrate e sentieri
di montagna sul versante emiliano.
Strade, comunali e sterrate sul versanre toscano.
Dislivelli: 450 m; 1000 m
Segnaletica: bandiere a vernice bianco-rosse
del CAI da case Felegara a Monte Valoria
(sentiero 733); bandiere a vernice
bianco/rosse della GEA sul sentiero di crinale
(segnavia 0-0); bandiere a vernice
bianco-rosse da Montelungo a Succisa
(trekking della Lunigiana).
Punti di appoggio: bar - ristorante
al Passo della Cisa; bar, ristoranti
e albergo Appennino a Montelungo
(Sce Benedicte; submansio XXXIII di Sigerico);
osteria Ferrari a Polina (Succisa).
Posto tappa: Pontremoli (Puntremel;
sumnasio XXXI di Sigerico);
ristoranti, negozi di alimentari, alberghi.
Per informazioni:
Pro Loco, presso il Comune, Piazza
della Repubblica, tel. +39 187 831439

La Via Francigena percorso principale
itinerario di Fiorenzuola variante per Parma